L’agnello infurbito


L’agnello infurbito di Trilussa, tratta da Libro muto. Una rielaborazione romanesca della celebre Il lupo e l’agnello.

Un lupo che beveva in un ruscello
vidde, dall’antra parte de la riva,
l’immancabbile Agnello.
-Perché nun venghi qui? – je chiese er Lupo –
L’acqua, in quer punto, é torbida e cattiva
e un porco ce fa spesso er semicupio.
Da me, che nun ce bazzica er bestiame,
er ruscelletto è limpido e pulito… –
L’Agnello disse: – Accetterò l’invito
quanno avrò sete e tu nun avrai fame.

 

Aggiungi un commento