I migliori ristoranti vegan e vegetariani in zona Garbatella/Ostiense


La tendenza a diventare vegani o vegetariani si sta sviluppando in modo sempre maggiore; molte persone scelgono per motivi di salute o motivi etici di rinunciare ai cibi di derivazione animale in modo definitivo.

In passato per un vegano non era facile trovare un ristorante che poteva soddisfare le propire esigenze gastronomiche.

Oggi a Roma c’è una maggiore scelta di ristoranti che propongono cucina rigorosamente vegan.

Tra quelli ubicati tra zona Garbatella e zona Ostiense ce ne sono tre che colpiscono particolarmente, sia per la cucina che per l’atmosfera.

ROMEOW-CAT-BISTROT-ROMA-logo

Vicino a via Ostiense, precisamente a via Francesco Negri 15 c’è il Romeow Cat Bistrot.

Questo delizioso ristorante è diventato famoso in tutta la capitale perchè al suo interno vivono dei gatti. Ad alcuni questa cosa potrebbe non piacere affatto ma in realtà il locale è pulito e i gatti stanno per conto loro senza disturbare i commensali.

L’idea risulta molto originale perchè sposa la politica di una cucina etica in convivenza perfetta con altri esseri viventi.

Ma oltre a questo aspetto davvero unico, il locale è ben curato, c’è attenzione ai minimi particolari e il menù – cosa più importante – è davvero ottimo. I piatti si distinguono per una visione moderna della cucina vegana. Nei piatti del Cat Bistrot si vede la capacità di abbinare sapori ed odori, da quelli più comuni a quelli meno conosciuti. Si intuisce che dietro ogni piatto c’è una ricerca e una passione per i prodotti che vengono trattati.
Per meglio spiegare il tipo di cucina proposto da questo ristorante, ecco alcuni dei piatti: gazpacho di peperoni rossi, crema di mango piccante, lime e crackers ai semi di lino. Oppure il burger di melanzane alla menta, maionese all’erba cipollina, insalata di pomodori verdi e sfoglie di papadam.

È vivamente consigliata la prenotazione perchè il ristorante non è molto grande e, sempre in linea con l’idea dei ristoratori, se usate la bicicletta per andare al ristorante vi assicurano uno sconto del 10%. Per ulteriori info visitate il sito: www.romeowcatbistrot.com.

Il secondo ristorante per gli amanti della cucina vegana si chiama Le Bistrot e si trova in via Delle Sette Chiese 160, zona Garbatella, vicinissimo alla Cristoforo Colombo per chi venisse da fuori Roma. Al contrario di come accade comunemente qui è possibile entrare con il vostro amico a quattro zampe.

Le Bistrot è gestito da due sorelle molto gentili che offrono un servizio accurato e discreto.
Il ristorante, attivo dal 1987, ha un’atmosfera veramente intima, cosa molto difficile da trovare nei rumorosi ristoranti di Roma. È perfetto per una cena romantica, un anniversario o un compleanno.

Pur se il nome richiama i bristrot parigini, la cucina de Le Bistrot è molto vicina ai prodotti del territorio italiano. Il menù offre piatti vegetariani, vegani e per celiaci. I piatti proposti sono piuttosto tradizionali, infatti nel vegetariano è possibile trovare piatti come i tortelli di zucca alla mantovana, il risotto di rape rosse e tartufo. Mentre nei piatti vegani ci sono primi come le chicche di patate al pesto di pistacchi oppure i paccheri alla carbonara di zucchine, senza uovo e quindi rivisitata. L’attenzione per la scelta delle materie prime si percepisce all’assaggio di ogni portata, non c’è una rielaborazione eccessiva del prodotto che permette di sentire al palato la genuinità di ogni singolo ingrediente.

Le Bistrot è aperto tutte le sere tranne la domenica e i festivi, a pranzo su prenotazione.

Per info visitate il sito: www.ristorantelebistrot.com.

Il terzo locale di cui vi parliamo è il Rewind.

Il Rewild si trova in via Giovannipoli 18 a Garbatella.
Non è un vero e proprio ristorante ma il primo circolo soci con servizio di risto-pub vegan. Essendo un circolo bisogna pagare un’iscrizione, soli due euro annui.

La filosofia del Rewind si fonda sull’idea che gli tutti gli esseri viventi devono essere rispettati, uomini, animali e piante, senza nessun tipo di distinzione.

Il Rewild segue quindi una vera e propria ‘filosofia’ che diffonde tramite incontri, dibattiti, proiezione di documentari, mostre, spettacoli teatrali che affrontano i temi quali l’ambiente, informano sull’importanza dell’utilizzo di prodotti biologici che non degradino il territorio, una vera propria missione culturale che viene trasmessa anche tramite i piatti e le bevande proposte da questo locale.

Il rewind ci offre classici piatti da pub ma per vegan, quindi: panini e piadine con affettati, wurstel, burger ma tutto rigorosamente vegetale.

Primi e secondi piatti, insalate, formaggi vegan, frullati e budini a base vegetale. Per saperne di più, leggere lo statuto completo ed essere aggiornati su tutti gli eventi di questo unico pub visitate il sito: www.rewild.it

 

Aggiungi un commento