I migliori corsi di Inglese per bambini a Roma

18 Aprile 2018 | Autore: | Pubblicato in Cultura, Servizi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle (1 voti. Media voto: 10,00 su 10)
Loading...

Molti sottovalutano l’importanza di apprendere la lingua inglese sin da bambini. Soprattutto in Italia si aspetta spesso di avere un obiettivo particolare o un’urgenza per svolgere un corso. Ciò che si sbaglia nel nostro paese è il fatto di vivere la lingua inglese come materia e non come mezzo di comunicazione.

Il primo approccio è fondamentale e in questo la scuola italiana non aiuta; spesso e volentieri il primo approccio è troppo tardi, con insegnanti italiani e che molte volte non coinvolgono. Questo è il motivo per cui sempre più spesso vengono organizzati degli specifici corsi di Inglese per bambini a Roma e non solo.

Senza generalizzare, molti insegnanti italiani di altre materie, alle scuole medie o alle superiori si trovano a dover insegnare una lingua che non è la loro, molte volte anche con un livello di inglese non elevato e con una pronuncia non corretta; purtroppo in questo caso non riescono quindi a trasmettere la passione per questa lingua, facendola vivere come una vera e propria materia spesso noiosa ed esclusivamente lavorando la parte grammaticale.

Il metodo migliore per imparare una lingua e parlarla: negli altri paesi in cui non esiste il doppiaggio, già sin da piccoli ci si abitua a guardare la televisione in lingua originale, orecchiando già da subito la corretta fonetica e pronuncia e questo facilita l’apprendimento immediato della lingua inglese in quanto viene spontaneo praticarla sin da bambini.

I bambini assimilano molto in fretta, senza neanche rendersene conto, ecco perché l’approccio immediato alla lingua inglese permette di apprendere inconsciamente e soprattutto con piacere.

Bisognerebbe quindi cominciare ad insegnare la lingua inglese sin dall’asilo, dove un bambino che ancora non legge e non scrive acquisisce subito i suoni, con canzoni, colorando e disegnando in lingua, facendo quindi attività di vario genere con docenti giovani e dinamici ma soprattutto madrelingua che li stimolino nell’apprendimento immediato dei primi suoni e delle prime parole.

Alcuni genitori per colmare le lacune delle scuole decidono di iscrivere i loro figli nelle scuole private di lingua inglese; l’errore più comune è di pensare che sia produttivo un corso di inglese formato da gruppi di bambini. Purtroppo una classe di più bambini, seppur non numerosa, non li obbligherà a parlare la lingua inglese, e spesso e volentieri risulta quindi una vera e propria perdita di tempo e denaro.

Questo a prescindere dalla bravura del docente, che seppur esperto non potrà seguire tutti alla stessa maniera ed obbligarli a parlare esclusivamente in inglese.

Un corso di inglese per bambini individuale è il metodo migliore per avere un approccio coinvolgente in quanto per 60 minuti il bambino è costretto a sentire il vero accento della lingua inglese e deve sforzarsi a rispondere sempre in lingua; è il docente poi, che deve assolutamente essere madrelingua, esperto, giovane e portato caratterialmente, a dover interessare l’alunno coinvolgendolo con varie attività basate sul gioco e che quindi variano a seconda dell’età.

Article Source

Autore:

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni potete visitare il suo profilo.

Lascia un commento