Come aprire una delegazione ACI

19 Novembre 2020 | Autore: | Pubblicato in Aziende
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle (Nessun voto, vota per primo!)
Loading...

Una delegazione a ACI è un’agenzia automobilistica a 360 gradi. Spesso se ne trovano molte nelle nostre città, ma nessuno si è mai chiesto come si fa ad ottenere i certificati per aprire questo tipo di delegazione.

In primo luogo bisogna un po’ sapere di cosa si parla, non tutti possono aprire una delegazione di quarto genere e inoltre ci sono dei passaggi formali da dover fare che richiedono grande competenza. Ma a questi penseremo dopo. La cosa più importante da dire è che una delegazione ACI rappresenta al 100 percento un’agenzia che aiuta il cittadino nella pratiche, che spesso possono risultare molto complesse e lunghe, per le automobili.

Come tutti sanno ognuno di noi nella vita si è dovuto rivolgere a una di queste delegazioni e spesso ci si chiede come si fa ad avere le autorizzazioni per aprire una delegazione di questo tipo.

I passaggi sono piuttosto semplici da capire ma di difficile realizzazione pratica. Andremo a vedere quali sono e in quali sedi devono essere sostenuti.

Quali sono i passaggi per aprire una delegazione ACI

In primo luogo c’è da dire che ognuno con un certo impegno e con un certo gruzzolo di soldi può aprire una delegazione di questo tipo.

Il primo passo è quello di ottenere l’attestato di consulente automobilistico. Ma come ottenere questo attestato? L’attestato si ottiene sostenendo un esame con domande a risolta multipla.

Questo tipi di esame viene organizzato circa due volte all’anno e va svolto nella sede preposta dalla propria regione di appartenenza. Per cui il primo passo è molto complicato, bisogna studiare e le domande non sono di banale risoluzione, bisogna conoscere nel dettaglio i compiti che si hanno una volta aperta quanto tipi di attività e conoscere bene le macchine e tutto il lavoro burocratico che c’è dietro il loro acquisto.

Se non si è in possesso dell’attestato si può lo stesso aprire una delegazione, però al solo scopo di vendere tessere soci e senza esporre il simbolo dell’ ACI.

Ad ogni modo se si vuole aprire una delegazione al 100 percento c’è la necessità di pagare una fideiussione di 51000 euro. Questo importo varia da comune a comune. Versando quanta somma si diventa degli sbriga faccende, cioè delle persone che possono operare nel campo della consulenza e si opera con i propri clienti da terzi e cioè da intermediario tra il cliente e l’ente vero e proprio.

Quindi per aprire una delegazione manca l’ultimo step e cioè quello si aprire lo sportello telematico dell’automobilista. Per fare ciò c’è bisogno di una nuova fideiussione, di importo pari al precedente, ma in questo caso opererete come un vero e proprio consulente senza essere un intermediario di parti terze. Potrete operare nel campo della burocrazia automobilistica in prima persona senza dover i appoggiare a enti esterni.

Questo ultimo step è quello fondamentale per avere una delegazione ACI vera e propria e poter risolvere le pratiche dei clienti in modo diretto.

Considerazioni finali

Una delegazione ACI, non può erogare l’imposta di bollo poiché questo tipo di tassa è di carattere regionale. Una delegazione ACI si occupa di tutto ciò che è provinciale. È un passo molto importante da fare che a volte costa moto sacrifici e impegno di denaro, ma darà grande soddisfazione a chi vorrà cimentarsi in questa attività. Per fare tutto ciò ci si può rivolgere a Agenzia Ilario delegazione ACI e autoscuola Roma Centro.

Article Source

Autore:

Questo autore ha pubblicato 254 articoli. Per maggiori informazioni potete visitare il suo profilo.

Lascia un commento