La scoperta dell’America – XXXVII – Cesare Pascarella


Però, capischi, o bufola o vaccina,
Da quele parti lì, si ci hai famija,
Quanno che puta caso ci hai ‘na fija
Trovi subito chi se la combina.

Qui, invece, tu pòi avecce ‘na regina,
Che ha tempo, ha voja a fà l’occhi de trija,
Ché prima de trovà chi se la pija,
N’ha da attastanne armeno ‘na ventina.

Lì, invece, pe sposassele, le pregheno:
Mica è come ne l’epoca presente,
Che vedi le regazze che se spregheno.

Perché lì li servaggi, o belli o brutti,
Appena che l’età je l’acconsente,
Da quele parte lì sposeno tutti.

Però, capischi, o bufola o vaccina,
Da quele parti lì, si ci hai famija,
Quanno che puta caso ci hai ‘na fija
Trovi subito chi se la combina.

Qui, invece, tu pòi avecce ‘na regina,
Che ha tempo, ha voja a fà l’occhi de trija,
Ché prima de trovà chi se la pija,
N’ha da attastanne armeno ‘na ventina.

Lì, invece, pe sposassele, le pregheno:
Mica è come ne l’epoca presente,
Che vedi le regazze che se spregheno.

Perché lì li servaggi, o belli o brutti,
Appena che l’età je l’acconsente,
Da quele parte lì sposeno tutti.
Però, capischi, o bufola o vaccina,
Da quele parti lì, si ci hai famija,
Quanno che puta caso ci hai ‘na fija
Trovi subito chi se la combina.

Qui, invece, tu pòi avecce ‘na regina,
Che ha tempo, ha voja a fà l’occhi de trija,
Ché prima de trovà chi se la pija,
N’ha da attastanne armeno ‘na ventina.

Lì, invece, pe sposassele, le pregheno:
Mica è come ne l’epoca presente,
Che vedi le regazze che se spregheno.

Perché lì li servaggi, o belli o brutti,
Appena che l’età je l’acconsente,
Da quele parte lì sposeno tutti.

Però, capischi, o bufola o vaccina,
Da quele parti lì, si ci hai famija,
Quanno che puta caso ci hai ‘na fija
Trovi subito chi se la combina.

Qui, invece, tu pòi avecce ‘na regina,
Che ha tempo, ha voja a fà l’occhi de trija,
Ché prima de trovà chi se la pija,
N’ha da attastanne armeno ‘na ventina.

Lì, invece, pe sposassele, le pregheno:
Mica è come ne l’epoca presente,
Che vedi le regazze che se spregheno.

Perché lì li servaggi, o belli o brutti,
Appena che l’età je l’acconsente,
Da quele parte lì sposeno tutti.

 

Aggiungi un commento